Informazioni su

Cronistoria

Dal XVII secolo, in collaborazione con numerosi partecipanti, le grandi famiglie wendat si occupano della protezione e della conservazione degli insiemi particolarmente distinti del loro patrimonio storico.

Mandato

Il mandato del museo riguarda l’insegnamento e la divulgazione delle conoscenze della storia, della cultura e delle arti del popolo Urone-Wendat, nonché di altre nazioni autoctone. Questo mandato viene realizzato tramite attività, atelier di artigianato, visite commentate o con audioguida e atelier tematici.

 

Uno degli elementi della missione del museo consiste nel preservare, conservare e rendere accessibile a Wendake il patrimonio materiale degli Uroni-Wendat per le generazioni future. Quindi, questi atelier, attività e visite vengono elaborati con l’intento di renderli accessibili a tutti (famiglie, viaggiatori solitari, gruppi di amici, comitive scolastiche, ecc.). L’esperienza offerta dal museo si svolge principalmente attraverso la sua esposizione permanente “Territoires, mémoires, savoirs” (Territori, memorie, conoscenze), le sue esposizioni temporanee e la casa lunga nazionale Ekionkiestha’. Aggiunta alle infrastrutture del museo nel 2013, la casa lunga nazionale Ekionkiestha’ dona una dimensione di immersione all’esperienza vissuta dai visitatori.

 

Per coloro che desiderano proseguire la loro scoperta di Wendake, il museo è anche la porta di accesso all’interpretazione di altri siti patrimoniali, tra cui la Chiesa di Nostra Signora di Loreto, le cascate Kabir Kouba e la casa Tsawenhohi.

 

Desideriamo sottolineare che il museo ha aperto le sue porte nel marzo 2008 e che nel 2009 ha ricevuto un premio di eccellenza da parte della Società dei musei quebecchesi.

Missione

La missione del Museo urone-wendat consiste nel:

preservare, conservare e rendere accessibile a Wendake il patrimonio materiale degli Uroni-Wendat per le generazioni future;

conservare e aumentare le conoscenze legate al patrimonio e alla cultura degli Uroni-Wendat e al loro percorso spazio-temporale;

presentare e trasmettere la ricchezza di questo patrimonio ai membri della comunità con una prospettiva di ritorno alle origini e ripresa del contatto con la cultura, nei suoi aspetti materiali e immateriali;

far conoscere la ricchezza del patrimonio degli Uroni-Wendat su scala nazionale e internazionale.